Archivio | Promozionali RSS for this section

La nuova stagione radiofonica di RADIO SUPER SOUND


Oggi incomincia la nuova stagione radiofonica di Radio Super Sound, il network sardo.

Novità e conferme nel Palinsesto che ritrovano il SuperMattino con Tommy Rossi, Coccole alla Radio con Alessandra Riccetti e Bruni di Sera con Matteo Bruni. Poi prende il Via il nuovo programma “LO SVEGLIOTTO” con Paolo Simonetti e con uno spazio giornaliero “BASSO GRADIMENTO” con lo stile inconfondibile di  Max e Simone.

Tutto il Palinsesto lo si visionare sul sito ufficiale di Radio Super Sound a questo indirizzo: il Palinsesto di Radio Super Sound

 

RADIO SANGE – ROCK ON


RADIO SANGE is a private non-commercial WebRadio made in Italy. It is one of the WebRadio realities where the predominant element is music and the greatest hits of ROCK, HARDROCK & BLUES

La WebRadio dedicata ai grandi successi internazionali e alle novità del momento, solo per gli amanti della Musica Rock!

Il segreto dello Chef Gennaro Esposito


PARTIRE DALLE ORIGINI PER ARRIVARE LONTANO
GENNARO ESPOSITO TESTIMONIAL DI ACCADEMIA MUGNANO

Per Gennaro Esposito, chef bistellato del ristorante Torre del Saracino di Vico Equense, Napoli, tra i protagonisti della rinascita della cucina campana, “dimenticare le proprie origini è un peccato mortale”. I suoi piatti nascono dal territorio e dalla qualità delle materie prime. Un patrimonio ricchissimo di aromi e sapori, raccontato in modo assolutamente personale e innovativo.

Territorio, qualità e innovazione sono esattamente i valori di Accademia Mugnano che per questo ha scelto Gennaro Esposito come testimonial del proprio brand. L’azienda nasce nel 1946 e le sue pentole in alluminio sono made in Italy al 100%, dal design alla produzione. La straordinaria anti-aderenza e l’estrema resistenza a tagli e graffi fanno di Accademia Mugnano il partner ideale in cucina: quella di Gennaro Esposito e quelle di tutta Italia e del mondo.

Scopri tutte le Ricette realizzate per Accademia Mugnano su YOUTUBE nel canale ufficiale : CLICCA QUI

Con la Radio non si è mai soli, neanche a Natale


Il video prodotto per questo Natale 2018 da Radiospeaker.it, il più grande sito di notizie radiofoniche in Italia, promuove la radio come mezzo di coesione sociale e sostegno per chi non ha nessuno con cui festeggiare il Natale.

Il video racconta la storia di un senzatetto durante il periodo natalizio. Rimasto solo e indifferente agli occhi dei passanti, ha come oggetto di conforto una vecchia radio che tiene sempre con sé.

La voce del conduttore radiofonico sarà l’unica voce che gli augurerà un buon Natale. Ecco le sue parole:  “… And so we have reached the end, a special Merry Christmas to those who have not been one of my best. As long as you have the radio, you’re never alone. Merry Christmas. “

Traduzione: “… E così siamo arrivati alla fine, un buon Natale speciale per coloro che non hanno nessuno con cui festeggiare. Finché ci sarà la radio, non sarai mai solo. Buon Natale.”

Perché alla fine la Radio è così: non ti abbandona mai!

Ecco i link per vedere il video e condividerlo:
YouTube: https://youtu.be/jZUV-P6R6Uc
Facebook: https://www.facebook.com/radiospeaker/videos/232794447413726/
Radiospeaker.it: https://www.radiospeaker.it/

ONDA RADIO FIRENZE – La musica dei Grandi successi … la Musica delle Emozioni.


Onda Radio nasceva a Bagno a Ripoli zona Firenze Sud nel 1983 a livello amatoriale da 2 amici nemmeno ventenni Gianni Fanucchi e Gianni Cocchi. Dopo alcuni anni con l’acquisione di una nuova frequenza, ci fù il salto di qualità con trasmissioni di sola musica, con lo slogan “Musica e Relax”. L’emittente rimase attiva in provincia di Firenzefino a metà del 1993 con la vendita della unica Frequenza 107,200 Mhz. Nel 2010 grazie ad un amico Ex ASCOLTATORE Massimiliano Marchi, fondatore di Firenzemedia, riprese la voglia di fare la radio sul Web. La musica scelta era quella esente da diritti Siae. Dopo circa 2 anni di interruzione dalla trasmissioni, lo Staff ha deciso di riprendere la musica della Radio Libera con cuoi erano partiti negli anni 80 anche grazie all’archivio musicale storico di Dischi in vinile, CD e migliaia di Compact Cassette. Il palinsesto di prevalenza musicale è composto da Musica Italiana e straniera anni 50-60-70-80-90 – 2000 con qualche puntatina nelle novità. La musica dei Grandi successi … la Musica delle Emozioni.

Ascoltala su www.ondaradiofirenze.com

DURA COME IL DIAMANTE


DURA COME IL DIAMANTE
Diamante di Luna è la nuova linea di pentole Accademia Mugnano coniata a freddo e realizzata con l’innovativo e speciale rivestimento Diamond Tech rinforzato con polvere di diamante. Un particolare sistema antiaderente a più strati, applicati a spruzzo, ad alta polimerizzazione, eccezionalmente rinforzato per resistere maggiormente a tagli e graffi.

Le padelle e le bistecchiere hanno il AM ThermoOK
Il parafiamma che cambia colore indicando la temperatura ideale per cucinare risparmiando energia.
NERO : fredda, sicura da toccare e lavare
VERDE : calda, pronta per cucinare

Guarda come realizzare questo delizioso BURGER di SPINACI, patate e cotto con verdure fresche e croccanti.

Se Vuoi acquistare le padelle e pentole DIAMANTE DI LUNA, vai su https://www.accademiamugnanostore.com

Siete una band emergente? Un nuovo cantante emergente ? Social Web Radio è il posto ideale.


Siete una band emergente? Un nuovo cantante emergente ? Vuoi promuovere la tua musica? SOCIAL WEB RADIO è il posto ideale.
Noi inseriamo in programmazione i vostri brani di musica emergente.
Inviateci il vostro press kit con il brano da promuovere al nostro indirizzo mail: info@socialwebradio.com oppure swreditor@gmail.com oppure tramite il form dal nostro sito http://www.socialwebradio.com e noi lo metteremo in programmazione.

SOCIAL WEB RADIO dove suona la musica 🎧🎵 🎶 emergente.

Per ascoltare SOCIAL WEB RADIO cliccate su www.socialwebradio.com e ricordatevi di mettere il vostro “like” sulla nostra pagina ufficiale su https://www.facebook.com/socialradioweb/

 

Casa Vacanze a Napoli – il Cavaliere di Toledo


Le case vacanza ‘Il Cavaliere di Toledo’, insistono all’interno di un fabbricato realizzato nel XVI secolo. Fabbricato che appare raffigurato per la prima volta nell’ iconografia del cartografo francese Antoine Lafrery, del 1566.

Storie e leggende che riempiono questi spazi di mistero, fascino e tradizioni uniche, indescrivibili ed irrinunciabili come solo durante un soggiorno in questi luoghi si potrà provare.

 

Gli appartamenti resi disponibili, finemente arredati con ogni confort e servizio, sono locati nel Cuore di Napoli che con Bus, metropolitana e cumana, in pochi minuti, vi porteranno dal centro storico a tutti i più importanti monumenti e musei.

 

Le titolazioni attribuite ai tre appartamenti sono riferite a personaggi che durante il Vicereame svolsero ruoli di governo, anche se in modo diverso. Di Don Pedro de Toledo abbiamo anticipato il ruolo e l’importanza nei suoi ventuno anni di governo e per tale ragione è stato intitolato l’appartamento centrale più grande; nondimeno i rimanenti sono intitolati a Don Ferdinando e Don Rodrigo. Il primo di questi giunse a Napoli nel 1556 anticipato dalla fama di celebre e spietato condottiero. Ferdinando Alvarez di Toledo Duca d’Alba fu uno dei più fedeli collaboratori del Re di Spagna e durante i suoi due anni di governo lasciò tuttavia poche tracce sensibili al viceregno, in quanto prevalsero le sue straordinarie capacità militari e le qualità di valoroso combattente. Durante il suo viceregno non mancarono invasioni turche ed in particolare quella del 27 luglio del 1557 a Cariati in Calabria.

Don Rodrigo Ponce de Leon, Duca d’Arcos, entrò a Napoli l’11 febbraio 1646. Uomo dal carattere debole ed incapace di mostrare energia si trovò a riorganizzare una città soffocata dalle gabelle e da problemi di ordine pubblico e di accese differenze tra nobiltà e popolo. Fu in questi anni che si consumò la rivolta popolare contro i nobili, dal 7 al 16 luglio del 1647, capeggiata da Tommaso Aniello d’Amalfi, detto “Masaniello” che tendeva a denunciare il malgoverno dei vicerè appellandosi al sovrano spagnolo al grido di “viva o Rre ‘e Spagna, mora ‘o malgoverno”: Nondimeno l’epilogo di tale vicenda fu cruento e sanguinoso e comportò l’uccisione dello stesso Masaniello, fucilato e mutilato della testa. Don Rodrigo, assolutamente incapace di controllare un così complesso e delicato equilibrio, venne richiamato dal sovrano spagnolo e si imbarcò, il 19 gennaio del 1648, con i familiari e le suppellettili per Gaeta lasciando la città in cui aveva raccolto larga messe di odio.
Ed eccoci infine alla denominazione “Il Cavaliere di Toledo“, ispirata alla statua equestre realizzata dall’artista sudafricano William Kentridge nell’antistante piazza. Questa installazione venne considerata la “ciliegina sulla torta” sulla stazione del metrò realizzata dallo spagnolo Oscar Tusquets Blanca, e considerata una delle più belle al mondo. La statua, tuttavia, non si ispira ad eroici cavalieri bensì ai mitologici Osso, Mastrosso e Carcagnosso, tre fuoriusciti cavalieri vicereali spagnoli appartenenti alla segreta massonica società “La Garduna“, che pare fossero i fondatori della Camorra napoletana (il primo) e di Cosa Nostra e della Ndrangheta (i rispettivi altri due).

Si trovano lungo la strada principale dello shopping, dei palazzi d’epoca, delle caffetterie storiche e delle trattorie tipiche della città; una breve passeggiata vi divide dal Porto di Napoli, dove il Metrò del Mare collega con frequenti corse la città alle isole di Ischia, Capri e Procida e varie località della Costiera Amalfitana. Tutti i mezzi di trasporto si trovano a pochi metri dalla casa vacanza, sia la comoda funicolare sia la fermata della metropolitana . Entrambe collegano il centro storico di Napoli alla collina del Vomero, dove si può visitare il Castel Sant’Elmo e ammirare un suggestivo panorama della città dall’ alto, la Metropolitana a 20 metri inoltre, collega via Toledo anche alla stazione Centrale e diverse zone di Napoli. Pochi minuti a piedi troverete ad aspettarvi tutte le meravigliose attrattive storiche,( il Teatro San Carlo, Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito, Piazza Trieste e Trento,la Chiesa del Gesù Nuovo, La Cappella Sansevero, Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Napoli sotterranea),gastronomiche e culturali che solo una città come Napoli può offrirvi!

DOTAZIONI CUCINA

  • Attrezzatura  completa ( pentole – padelle – accessori – piccoli utensili – spremi agrumi –  grattugia – bollitore – caffettiera )
  • Servizio di piatti
  • Servizio da caffè
  • Servizio per la colazione
  • Tessili ( canovacci – presine – servizio all’americana )
  • Occorrente per la pulizia della casa ( scopa – paletta – secchio – bastone per lavare a terra –  bacinella )

DOTAZIONI BAGNO

  • Phon
  • Bilancia
  • Sapone liquido per le mani – shampoo – balsamo – bagno schiuma
  • Tessili ( telo doccia – viso – ospiti – tappetino doccia )

DOTAZIONI CAMERA DA LETTO

  • Tessili ( completo letto – piumino leggero – piumino medio – piumino pesante – plaid – )
  • Doppio cuscino
  • Reggi valigia

DOTAZIONI SOGGIORNO

  • Wi-Fi
  • Smart TV
  • Bookcrossing
  • Divano letto matrimoniale alla francese

RADIO LUCRETHIA – YOUR MUSIC … YOUR STATION


LA RADIO, IL PRIMO AMORE NON SI SCORDA MAI !!!

Chi non ha provato non può saperlo, solo chi ha fatto radio sul serio può dire che è come il primo amore. La radiRadio Luxembourgo era anche l’odore della moquette sporca di polvere (in tutte le radio c’era lo stesso odore) e l’odore della stanza dove c’era il mobiRadio Veronicale dei dischi, che immancabilmente sopra ci trovavi attaccato un foglio con scritto: “chi prende i dischi li rimetta al suo posto…grazie”, cosa che accadeva sempre e la colpa non era mai di nessuno. Ai nostri tempi la fobia di qualcuno dei nostri collaboratori era passare le nottate adascoltare “Radio Luxembourg” per prendere i suoi

jingles, nottate e nottate intere aspettando lo speaker di turno che, dopo aver presentato il disco, lanciava il jingle, il tasto “pause” sul registratore era di un nero usurato indescrivibile, il problema era un altro però, l’emittente europea trasmetteva in AM e quello che registravamo risultava inciso tutto medio-acuto come qualità, ma a noi andava bene ugualmente, però il massimo sarebbe stato rintracciare e registrare gli stacchetti della famosa “Radio Veronica”, l’emittente pirata che trasmetteva da una nave in disuso e rimessa in mare col solo scopo di trasmettere musica, ben presto vennero scoperti,Lenco L75-2 così fu anche per altre emittenti che usarono la stessa tattica “Radio Caroline”, “Mi Amigo”, “Radio Atlantis”, “Radio Condor” e chissà quante altre, anche se per noi le più famose sono le prime tre citate. Le migliori stazioni usavano il meglio della bassa frequenza presente sul mercato, microfoni Shure e/oNeumann, giradischi EMT 930, Telefunken PS81DD (entrambi usati negli anni 70 e 80 dalla Rai, Radio Vaticana, Radio Montecarlo, Radio Lussemburgo e altre grandi radioi giradischiThoreRevox A77ns, Denon, Lenco L75 o altri di pari qualità, erano tra i più comuni, le piastre diregistrazione che le radio normali usavano erano di marca Luxman, Pioneer o Technics. Coloro che erano su un livello un più alto, avevano il famoso registratore a bobine autoreverse Revox A77 che ti assicurava 24 ore di musica non stop, non tutti potevano permettersi un Revox A77, la maggior parte si accontentavano di un normalissimo Teac, Akai, Pioneer e/o qualsiasi altra marca che aveva le stesse caratteristiche, tanto la funzione che interessava alla maggior parte degli addetti ai lavori era quella dell’autoreverse. Invece il mixer che normalmente trovavamo (non necessariamente in tutte) nelle comuni radio libere, era il Pioneer MA-62°, spesso ne accoppiavano un altro (stessa marca, stesso modello) per quelli che avevano mMixer Pioneer MA-62Aaggiori esigenze di uscita, ma il problema di questo mixer era solo uno, non aveva il preascolto, tu non potevi ascoltare quello che avresti vovuto programmare dopo, per azzeccare la partenza immediata, dovevi portare l’orecchio vicinissimo alla puntina che appoggiava sul vinile, e da lì si poteva ascoltare l’inizio del disco, chiaramente la partenza del giradischi non era immediata come quelli attuali, dovevamo mandare indietro il vinile quasi di un giro e, mentre lo speaker presentava il disco, davi un’occhiata al punto che avevi preso come riferimento e al momento che decidevi di farlo partire tiravi su il cursone del mixer e il disco entrava dopo averlo la presentato, se ti andava bene, come spesso andava, entrava perfettamente e facevi un figurone. All’epoca alcune emittenti avevano in dotazione un mixer professionale con lo start collegato al cursore del piatto, alzavi il cursore e il disco partiva, ma stiamo parlando di bassa frequenza con dei costi importanti che solo le grandi emittenti, come quelle sopra citate, potevano permettersi. Gli speakers che andavano in onda e che si sedevano davanti ad un microfono, prendevamo spunto da personaggi stupendi delle altre stazioni radiofoniche di grande livello, le ragazze cercavano di adottare il modello Luisella Berrino, ancora militante e fedelissima di RMC, i ragazzi invece spaziavano tra Federico l’olandese Volante (che a nostro parere, ha tutt’ora una cultura musicale infinita) e Awanagana in quel periodo enrambi a RMC. Iniziare un’avventura con una stazione radiofonica in FM sarebbe non sarebbe stata cosa facile, il progetto sarebbe stato lungo da far partire e molto dispendioso, dar vita a una web radio è cosa più semplice anche se la concorrenza è consistente. Tra i collaboratori di Radio Lucrethia, ci sono vari personaggi che quotidianamente, in un modo o nell’altro, hanno sempre a che fare con la musica. C’è chi svolge la propria attività in altri network molto conosciuti, chi lavora in alcuni studi discografici con ottimi risultati, abbiamo alcuni DJ italiani conosciuti anche all’estero che, oltre al loro lavoro, sono anche degli ottimi remixers facendosi valere anche fuori dalla nostra nazione, c’è anche chi negli anni 80 e 90, è stato uno degli esponenti di spicco della musica Italo Disco e Italo House con qualche hit internazionale a suo attivo e tutt’oggi, pur essendo della vecchia guardia, frequenta settimanalmente gli studi discografici, semplicemente per essere sempre aggiornato sui suoni e su tutto ciò che riguarda il sound anche se non abbiamo più della la buona musica da ascoltare. Siamo tutti professionisti della radio che dal 1975 sa come farla funzionare, cerchiamo di darvi il meglio della nostra esperienza accumulata negli anni, anche se non potrà mai più tornare tutto com’era prima. In quel periodo era tutto estremamente fantastico, peccato che non ce ne accorgevamo.

RADIO LUCRETHIA la puoi ascoltare qui www.radiolucrethia.com

Le Padelle Antiaderenti vero MADE IN ITALY


ACCADEMIA MUGNANO è una azienda italiana che da più di 70 anni racconta un Made in Italy fatto di eccellenza, di passione, di attenzione ai dettagli.

Il Made in Italy di ACCADEMIA MUGNANO, un atto d’amore verso l’Italia, l’ambiente e la salute dei consumatori.

 

ACCADEMIA MUGNANO : Cucina Sano, Cucina Italiano